Notizie

LE DICHIARAZIONI PRE ROUND DI MISANO: "Altri piloti in lotta per la vittoria… ci serve fortuna!"

Thursday, 9 June 2022 15:31 GMT

Dalla rabbia a una strategia per avere successo sulla pista romagnola: le stelle del WorldSBK dicono la loro in vista del quarto Round in programma questo weekend

Questo fine settimana si riaccende la lotta nel Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike 2022 che si preannuncia davvero scoppiettante: il Misano World Circuit “Marco Simoncelli” si prepara per dar vita a tante emozioni. Prima del Round Pirelli dell’Emilia-Romagna le stelle del Campionato hanno detto la loro: tutta l’attenzione sarà rivolta ai magici tre protagonisti di questa annata, senza dimenticare però anche un pilota Honda al ritorno da un test svolto in ottica 8 Ore di Suzuka.

 

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati): “Penso che ci saranno altri piloti in lotta per la vittoria”

“Se riesco a divertirmi sulla moto, posso essere competitivo. Sarà bello se riuscirò a vincere tutte e tre le gare per tutti i tifosi, quindi proviamo semplicemente a divertirci insieme. È una pista molto corta, in passato abbiamo visto tante lotte in gara. Qui il mio compagno di box Rinaldi l’anno scorso ha vinto due gare. In Gara 2 è arrivato secondo, quindi sarà competitivo. Non penso che in questo Round ci saranno soltanto tre piloti in lotta per la vittoria, dato che ci sarà anche Michael. Questa è una pista molto tecnica e le differenze rispetto alle altre piste sono molto piccole. Penso che ci saranno altri piloti in lotta per la vittoria e il podio: sarà entusiasmante per tutti quelli che vedranno le gare”.

 

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK): “Mi aspetto che anche altri siano della partita a Misano”

“L’anno scorso abbiamo avuto il nostro bel da fare con la gomma SCX. Siamo riusciti a farla funzionare soltanto quando è stato davvero caldo. All’Estoril eravamo sui 20 gradi, l’anno scorso ne saremmo stati preoccupati. Gara 2 ci ha dimostrato che adesso possiamo utilizzare quella gomma. Tutto il lavoro svolto nel post stagione ha pagato. La sensazione è che a fine gara avessimo una gomma migliore per andare avanti e prendere Alvaro e per compiere un sorpasso all’ultimo giro. Ciò ci rende fiduciosi sul fatto che queste gare estive possono essere ancora migliori. Mi sto semplicemente godendo le gare, mi diverto nel guidare e adesso lì davanti siamo in lotta con Toprak e Alvaro, due personalità molto diverse in pista. È davvero divertente ma mi aspetto che a Misano anche altri possano essere della partita”.

 

Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK): “Un test molto positivo… abbiamo bisogno di fortuna!”

“Dopo l’Estoril, abbiamo svolto una giornata di test e abbiamo provato tante novità, specialmente con il grip al posteriore. All’Estoril il mio grosso problema era la moto che si muoveva in uscita dall’ultima curva. È stato un test molto positivo e abbiamo migliorato il grip al posteriore. L’anno scorso ho vinto per la prima volta a Misano e dopo l’Estoril la mia sensazione è che siamo di nuovo in lotta per la vittoria. La pista mi piace e amo l’Italia! Delle volte abbiamo bisogno di fortuna, specialmente in Gara 1 all’Estoril quando Bautista mi ha passato facilmente sul rettilineo e poi in Superpole Race quando ho quasi vinto ma ho commesso un piccolissimo errore anche se forse non così piccolo dato che sono quasi caduto! In questo weekend lotteremo di nuovo per vincere dato che mi sono allenato tanto in Turchia e anche il team ha lavorato molto intensamente. L’anno scorso Rinaldi su questa pista è andato molto forte e quindi forse lo sarà nuovamente quest’anno. Mi concentro semplicemente sul mio lavoro e proverò a godermela”.

 

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati): “Abbiamo dovuto sacrificare i risultati per il futuro”

“Sono molto contento di essere qui e di correre in casa, una pista che mi piace. È una pista in cui possono venire i miei amici e i miei tifosi ed è bellissimo! Penso che posso essere della partita e proverò a vincere e spingerò al 120%. Dopo Assen abbiamo cambiato il nostro modo di lavorare e sapevamo che all’Estoril non avremmo portato a casa il risultato. L’anno scorso siamo andati davvero, davvero forte o davvero, davvero male, mai costanti. Quest’anno abbiamo iniziato la stagione ad Aragon dove sono stato veloce con i migliori ma poi sono tornato indietro e ad Assen è andata allo stesso modo. Se le cose fossero andate così forse avrei pouto vincere delle gare ma non essendo sempre lì davanti ho dovuto trovare qualcosa di diverso. Il team è stato d’accordo e quindi all’Estoril eravamo in una fase in cui abbiamo dovuto sacrificare il risultato per il futuro. Stiamo ancora lavorando ma penso che Misano possa esserci di aiuto per trovare il setup migliore. Sto lavorando tanto con il team e spero che il lavoro paghi”.

 

Iker Lecuona (Team HRC): “Molto contento della stagione fino a questo momento… il test a Suzuka è stato bellissimo!”

“Sono molto contento di come sta andando la stagione fino a questo momento. Questa pista la conosco molto bene. Mi piace, non è la mia pista migliore ma di solito vado abbastanza forte. Per me è la prima volta qui con Honda e con la Superbike e so che di solito nella prima parte del weekend facciamo tanta fatica e quindi dobbiamo lavorare ma possiamo essere dei migliori. Il test a Suzuka è stata un’esperienza fantastica. È una pista bellissima, difficile e divertente. È vero che la moto non è molto diversa ma alcune parti sono diverse come per esempio le gomme. Devo imparare tanto velocemente per sentirmi a mio agio in sella alla moto ma questo ci ha aiutato nell’acquisire il feeling con la moto. Per me sarebbe bello disputare la gara della 8 Ore ma ancora non è confermato”.

 

Garrett Gerloff (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team): “Il passato non è un indicatore di ciò che ci riserverà il futuro”

“Sono contento di essere qui e sono contento che il medico mi abbia detto che sono idoneo per scendere in pista. Direi che sono quasi al 100%, mi fa un po’ male ma riesco a piegare il ginocchio. Il mio approccio è quello di prendere una cosa alla volta; venerdì mattina potrebbe piovere un po’ e quindi questo potrebbe facilitarmi le cose. Abbiamo già svolto un test qui nei mesi scorsi e quindi ho una bella idea su quale sarà il nostro punto di partenza e speriamo di poter avere lo stesso feeling da subito. L’anno scorso la sensazione era quella di avere un bel passo e i miei tempi sono stati competitivi. Il passato non è un indicatore di ciò che ci riserverà il futuro; quest’anno vanno tutti forte e quindi sarà una questione di provare a stare vicini ai migliori. Penso che stiamo andando nella giusta direzione”.

 

Segui il Round nel modo migliore con il WorldSBK VideoPass!