Notizie

IL TRIO MAGICO: le tre stelle dicono la loro sui duelli all’ultimo giro

Wednesday, 1 June 2022 05:27 GMT

Ecco tutte le opinioni più rilevanti dopo il Round di Estoril in cui lo spettacolo e le emozioni non sono affatto mancati...

Tantissimo spettacolo al Circuito Estoril con ben tre duelli che si sono decisi all’ultimo giro: questo ci ha regalato l’ultima tappa del Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike che nel Round di Estoril ha visto protagonisti i tre contendenti nella lotta per il titolo iridato. Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati), Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) e Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) hanno messo in mostra tutte le loro incredibili capacità lottando in tutte e tre le occasioni fino alla bandiera a scacchi con degli emozionanti testa a testa. Rea in Gara 1 ha battuto Razgatlioglu e poi si è ripetuto in Superpole Race mentre Bautista ha preceduto Toprak in Gara 1 e Rea si è messo dietro lo spagnolo in Gara 2. Tutti e tre hanno detto la loro a riguardo e anche le stelle della MotoGP™ hanno commentato l’incredibile numero firmato dal campione del mondo.

 

LE SFIDE: parola ai primi tre sugli epici duelli all’ultimo giro

In Gara 1 Razgatlioglu e Rea si scambiano le posizioni non meno di otto volte nel corso dei 21 giri in programma ma alla fine la vittoria – al termine di un gran duello all’ultimo giro con Razgatlioglu – è di Bautista. Anche la Superpole Race si decide all’ultimo giro, con Rea che approfitta del gran numero di Razgatlioglu e va a festeggiare prima di ripetersi poi in Gara 2 nonostante una gran derapata all’ultima curva.

A fine Gara 1 Bautista ha detto: “Sono stato davanti nei metri più importanti della gara! Ho provato a passare Toprak ma in frenata era molto forte e l’unico aspetto in cui potevo dargli del filo da torcere era in uscita dall’ultima curva. Soprattutto negli ultimi giri avevo una trazione migliore e ho guadagnato tanto. All’ultimo giro mi sono semplicemente giocato le mie carte. In quel punto della pista ho provato a essergli molto vicino. Alla fine sono riuscito a uscire dall’ultima curva più veloce rispetto a lui”.

Dopo il gran numero in Superpole Race all’ultimo giro Toprak Razgatlioglu ha affermato: “Con Kenan ci alleniamo sulla sua pista di kart, è una pista piccola su cui perdo sempre l’anteriore! Però stavolta la moto era un po’ più pesante! Guardo sempre Marc Marquez, è lo stesso stile! Ricordo che nel 2020 a Jerez ho provato a tenere su la moto ma non ce l’ho fatta e quindi sono caduto. Oggi mi sono detto ‘devo tenerla su!’ Sono davvero contento, portiamo a casa dei buoni punti e un secondo posto è meglio di una caduta. È stato un weekend strano!”.

Al termine di Gara 2 Rea ha spiegato: “In curva 1 sono andato bene, arrivando a curva 3 ero già lì e quindi ho potuto essere più calmo nel resto della pista. A due giri dalla fine ho commesso un errore, ho dovuto recuperare ed è stata davvero tosta. Ho pensato ‘devo lanciarmi a tutta in curva 6?’ ma Alvaro aveva una trazione ottima in curva 4, 5 e sul dritto”.

“Da curva 6 la mia trazione meccanica è stata incredibile. Dopo curva 7 ho pensato alla chicane provando a coprire la mia linea. È stato sufficiente anche se mi è capitata una grossa derapata all’ultima curva. Pensavo che mi avrebbe ripreso sulla linea del traguardo e quindi ho provato a farmi il più piccolo possibile. È stato davvero, davvero entusiasmante, specialmente quando vinci una gara del genere”. Clicca qui per leggere i commenti di Rea e Bautista mentre qui puoi scoprire come Rea si è messo dietro la Ducati.

 

IL NUMERO: un campione del mondo MotoGP™ si alza dal divano…

Razgatlioglu in Superpole Race nel Round di Estoril è stato protagonista di un numero - compiuto all'ultimo giro - davvero eccezionale: una manovra che ha portato l’otto volte campione del mondo Marc Marquez a saltare in piedi sul divano mentre il campione uscente Fabio Quartararo lo ha definito come “davvero pazzesco”. Un numero che ha portato a fare dei paragoni tra Razgatlioglu e Marquez, come nel caso dell'iridato WorldSBK 2021 Razgatlioglu.

In merito al numero di Razgatlioglu, Marquez ha detto: “Ero a casa sul divano che guardavo la gara e mi sono alzato subito! È stato un numero spettacolare e molto difficile. Quella è una curva davvero lenta e c’erano anche delle chiazze di bagnato”. Il campione del mondo 2021 in MotoGP™ Quartararo, al momento in testa alla classifica iridata, ha detto la sua sul numero di Razgatlioglu: “Sto seguendo il Campionato. Lo apprezzo davvero tanto e penso che sia fantastico. Il numero che Toprak ha fatto con l’anteriore è stato davvero pazzesco e mi è piaciuto tantissimo”.

 

LA SENTENZA: “Non ho mai visto una gara del genere!”

Grandi apprezzamenti anche nelle parole del Presidente della FIM Jorge Viegas che ha detto che quelle a cui ha assistito in Portogallo sono state tra le gare più belle che abbia mai visto: “Penso sia stato uno dei weekend di gare più belli che io abbia mai visto. Tutte le gare, WorldSBK, WorldSSP e WorldSSP300 sono state fantastiche. Penso che il pubblico si sia divertito davvero tanto dato che queste sono le vere gare. Penso che questo sia stato il Round più competitivo ed emozionante dato che nessuno sapeva chi avrebbe vinto. Tante gare si sono decise sulla linea del traguardo e all’ultima curva. Penso che finora la stagione sia eccezionale. I primi tre in ogni gara lottano per vincere ma l’Estoril è stato speciale”. Clicca qui per l'intervista integrale a Viegas.

Tutte e tre le gare, oltre allo stratosferico numero che ha visto protagonista Razgatlioglu, sono state apprezzatissime da tutti e ovviamente anche da Keith Huewen nel podcast MotoGP™ di Crash.net. Al termine del Round di Estoril ha detto: “Quando guardi cosa fanno con quelle moto... all’Estoril Toprak e Jonathan non si sono risparmiati e non ho mai visto niente del genere! Cose davvero eccezionali, davvero incredibili; qualcosa di davvero bellissimo! Mi viene la pelle d’oca al solo pensiero, è stato davvero speciale!”.

 

Segui l’incredibile stagione 2022 con il WorldSBK VideoPass!