Notizie

Cogliere l’occasione: gli italiani che hanno vinto in casa nel passato e nel presente

Thursday, 9 June 2022 14:31 GMT

Passato, presente e futuro: questo weekend in Romagna vedremo i piloti di casa protagonisti?

8 piloti, un totale di 29 occasioni. Quattro circuiti diversi ma tutti nello stesso Paese; gli italiani hanno colto le opportunità per vincere nel Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike e il 2022 non farà eccezione. I piloti di casa puntano a essere protagonisti anche in questo weekend in programma in Romagna. Andiamo a riscoprire ciò che è successo negli anni scorsi, quando abbiamo assistito a dei momenti memorabili. Ne abbiamo approfittato anche per parlare con le attuali stelle italiane del WorldSBK.

Il primo italiano a vincere in casa nel 1990 a Monza è stato l’indimenticato Fabrizio Pirovano che in sella alla Yamaha ha fatto doppietta. Due anni dopo si è ripetuto, poi nel 1993 è stata la volta di Giancarlo Falappa, due volte vincitore a Misano. L’ultima vittoria Falappa l’ha conquistata nella gara che ha preceduto l’infortunio che ha messo fine alla sua carriera: l’ultimo successo il ‘Leone di Jesi’ l’ha conquistato a Misano nel 1994 in Gara 2.

Dopo Falappa una stella del Campionato del Mondo 500cc è diventata uno dei punti di riferimento per i tifosi italiani appassionati del WorldSBK. Pierfrancesco Chili nel 1995 è passato al World Superbike dove ha lasciato subito il segno, vincendo Gara 2 a Monza; in Gara 1 è caduto prima di vincere in Gara 2. Delle 17 vittorie che ha conquistato, sei le ha ottenute in casa, tra cui la spettacolare Gara 2 del 1996 a Monza, come anche l’ultima, ovvero Gara 2 a Misano nel 2004.

Passano tre anni e un altro italiano è grande protagonista: Max Biaggi nel 2007 vince a Vallelunga , ad appena 41 chilometri di distanza da Roma. Biaggi è l’unico italiano ad aver vinto in carriera su tre circuiti italiani diversi, ovvero Vallelunga, seguita poi nel 2010 da Monza e Misano. Anche Michel Fabrizio ha festeggiato in casa, nel 2009 a Monza in Gara 1, quando l’allora leader della corsa Ben Spies rimase senza benzina all’ultima curva dell’ultimo giro.

Marco Melandri conquistò la prima delle due vittorie in casa nel 2013, in Gara 1 a Monza, in quella che fu anche una spettacolare ultima volta del circuito brianzolo nel WorldSBK mentre il vicecampione del mondo 2011 fece festa anche in Gara 2 nel 2017 a Misano con Ducati. L'ultimo italiano a vincere a Misano con Ducati nel 2004 era stato Chili: questa per l'Italia fu la 100^ vittoria nel WorldSBK. Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) sulla pista di casa si è regalato non una, ma ben due bellissime gioie, le prime due delle tre totali della stagione 2021.

Rinaldi punta a ripetere le ottime prestazioni dell’anno scorso sulla pista di Misano: “Sono contentissimo di essere qui e di correre su questa che per me è la pista di casa, una pista che mi piace. Una pista in cui potranno venire gli appassionati e i miei amici, è bellissimo! Adesso vanno tutti forte, lo abbiamo potuto vedere nei primi tre Round della stagione che sono stati eccezionali. Penso che Alvaro, Toprak e Jonny saranno difficili da battere ma penso di essere parte di questa lotta e proverò a vincere. Spingerò al 120%”.

Un italiano in sella a una Yamaha non vince dal 1990, quando fu Pirovano a riuscirci. Questo sarà l’obiettivo di Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK): “È bellissimo dato che siamo in casa. Dobbiamo lavorare un po’ di più sulla moto per prepararci per il weekend ma nell’ultima gara abbiamo lavorato molto intensamente. L’anno scorso non è stato facile, è stato un weekend strano. Ora ho una maggiore confidenza ed esperienza, quindi abbiamo bisogno di provare, di lavorare e di spingere in sella alla moto. Sono fiducioso sul fatto che questo per noi possa essere un buon weekend”.

Axel Bassani (Motocorsa Racing) in questo weekend vuole essere il miglior pilota Ducati, nonostante nei primi Round della stagione abbia trovato un team totalmente nuovo: “Sono davvero contento di essere qui in casa! Voglio vedere tanta gente nel paddock e fare un bel weekend! Spero di arrivare davanti alle altre Ducati e di arrivare tra i primi cinque; è difficile ma non impossibile. Spero di partire da qui per fare un lavoro migliore ma è difficile dato che il nostro team è completamente nuovo. Quest’anno siamo partiti da zero e quindi gara dopo gara stiamo provando a conoscerci tutti a vicenda: ecco perché penso che nel resto della stagione le cose andranno meglio. Penso che gara dopo gara possiamo iniziare a portare a casa dei buoni risultati; finora nelle prime gare non sono andato troppo bene ma poi in Gara 2 siamo arrivati in top ten o vicini ai primi cinque”.

Al ritorno in pista dopo l’infortunio, Roberto Tamburini (Yamaha Motoxracing WorldSBK Team) a Misano vuole fare bene: “È molto speciale; è sempre molto speciale e bello essere a Misano. Vivo vicino al circuito e quindi è speciale. È bello essere qui in estate. Farò del mio meglio, è importante divertirsi e vedremo alla fine del weekend”.

Il rookie sammarinese Luca Bernardi (BARNI Spark Racing Team) vuole mettersi in mostra; anche per lui Misano dista pochi chilometri da casa: “Sono molto contento per questo Round, è il mio Round di casa. Proverò a fare un bel weekend e a lavorare con il mio team step per step. Cercherò di arrivare tra i primi dieci”.

 

Vivi tutto lo spettacolo del Round di Misano e scopri se gli italiani entreranno nell’albo d’oro con il WorldSBK VideoPass!